Follow usFollow us on facebookFollow us on Twitter
ACI CSAI
Splendide finali esaltano la WSK Euro Series 2020
Splendide finali esaltano la WSK Euro Series 2020 Gallery Lonato del Garda
Sunday, September 20, 2020

Allegati:
Allegate 55 WSK Euro Lonato Round2-3 200920 ITA - 161 Kb

Bella conclusione a Lonato con l’aggiudicazione dei titoli WSK Euro Series in KZ2 a Riccardo Longhi, nella OK a Andrea Kimi Antonelli, nella OKJ a Alfio Andrea Spina, nella MINI a René Lammers. Assegnati anche i titoli italiani ad Antonelli nella OK e a Spina nella OKJ.

Lonato del Garda (ITA), 20.09.2020
Conclusione emozionante e difficilmente prevedibile nel suo epilogo per la WSK Euro Series, nei sei giorni consecutivi che hanno visto disputarsi il doppio round sul Circuito South Garda Karting di Lonato, fino al gran finale di domenica 20 settembre con le gare conclusive del Round 2 e del Round 3 delle categorie KZ2, OK, OK-Junior e MINI dopo il primo Round svolto lo scorso 12 luglio a Sarno.

A Lonato le 8 finali di domenica hanno completato l’intenso programma che ha visto una presenza complessiva di 226 piloti sugli oltre 240 iscritti provenienti da 34 paesi, al termine di ben 80 gare fra le manches e le Prefinali dei giorni precedenti necessarie per la definizione dei finalisti, e lo spettacolo agonistico finale è stato davvero notevole, con tanti campioni alla ribalta.

Alla fine il successo e i titoli di categoria sono andati in KZ2 a Riccardo Longhi (BirelART/BirelART-TM Racing-Vega), nella OK a Andrea Kimi Antonelli (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont), vincitore anche del Campionato Italiano ACI Sport, in OK-Junior a Alfio Andrea Spina (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-Vega), anche questi vincitore del titolo italiano della categoria, quindi nella MINI René Lammers (Baby Race/Parolin-Iame-Vega). Questi i campioni, ma le battaglie in pista hanno visto tanti protagonisti con risultati di assoluto rilievo.

KZ2. Round 2 e 3 a Kremers e Irlando, titolo a Longhi.
In KZ2 le vittorie sono andate nel Round 2 all’olandese Marijn Kremers (BirelART Racing/Ricciardo-TM Racing) davanti ai due italiani Riccardo Longhi e a Matteo Viganò (Leclerc by Lennox/BirelART-TM Racing), mentre nel Round 3 è stato Alex Irlando (BirelART Racing/BirelART-TM Racing) ad aggiudicarsi il successo davanti all’olandese Bas Lammers (Sodikart/Sodikart-TM Racing) e all’altro alfiere di BirelART l’italiano Giuseppe Palomba. Proprio Palomba è stato il rivale più accreditato per la conquista del titolo, ma Longhi grazie ai punti acquisiti già fin dal primo round di Sarno insieme a quelli di Lonato, nonostante l’11mo posto nell’ultima finale, ha potuto vincere il titolo con 5 punti di vantaggio.
Classifica finale di campionato: 1. Longhi punti 242; 2. Palomba 237; 3. Irlando 199; 4. Torsellini 176; 5. Kremers 134; 6. Lammers 120; 7. Albanese 111; 8. Viganò 110; 9. Camplese 101; 10. Iglesias 94.

OK. Ad Antonelli il Round 2, il titolo WSK e quello italiano. Turney vince Round 3.

Nella OK maggior protagonista si è rivelato l’italiano Andrea Kimi Antonelli (KR Motorsport/KR-Iame) che con la vittoria nella finale del Round 2 ha potuto ipotecare pesantemente il titolo di categoria, conquistando fra altro proprio nel Round 2 il titolo in palio per il Campionato Italiano ACI Sport. Suoi maggiori avversari si sono rivelati l’inglese Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) e il finlandese Juho Michael Valtanen (Pantano Team/KR-Iame), che nel secondo round sono andati a podio alle spalle di Antonelli. Nella finale del Round 3 Antonelli si è dovuto accontentare della quarta piazza, qui il successo l’ha ottenuto Joe Turney davanti al russo Nikita Bedrin (Ward Racing/Tony Kart-Vortex), con Juho Michael Valtanen ancora a podio con il terzo posto. Antonelli ha avuto comunque la soddisfazione del titolo concludendo con 28 punti di vantaggio sugli avversari.
Classifica finale di campionato: 1. Antonelli punti 299; 2. Valtanen 271; 3. Turney 261; 4. Bedrin 170; 5. Coluccio 156; 6. Gray 154; 7. Wharton 99; 8. Camara 97; 9. Wurz 96; 10. Van T Hoff 78.

OKJ. Spina vince Round 2, titolo WSK e titolo italiano. A Lindblad il Round 3.

Percorso in crescendo quello compiuto dall’italiano Alfio Andrea Spina (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) nel doppio round di Lonato, dove si è presentato da protagonista dopo la sua vittoria nella prima prova di Sarno. Spina è riuscito a far valere la sua performance proprio nelle fasi finali del doppio appuntamento di Lonato, vincendo il Round 2 che gli ha regalato anche il titolo valido per il Campionato Italiano ACI Sport, e poi il secondo posto nel Round 3 che gli ha confermato la leadership nella WSK Euro Series. Anche a Lonato sono stati diversi i rivali di Spina particolarmente competitivi, fra i quali il figlio d’arte Brando Badoer (KR Motorsport/KR-Iame) secondo e terzo nelle due finali, l’inglese Coskun Irfan (Ricky Flynn Motorsport/Kosmic-Vortex) terzo nel Round 2, e l’altro inglese Arvid Lindblad (KR Motorsport/KR-Iame) vincitore dell’ultima finale nel Round 3.
Classifica finale di campionato: 1. Spina punti 302; 2. Badoer 218; 3. Cepil 211; 4. Lindblad 208; 5. Taponen 157; 6. Irfan 122; 7. Dodds 118; 8. Slater 115; 9. Ugochukwu 93; 10. Keeble 83.

MINI. Nakamura vince Round 2, Lammers Round 3 e titolo.
Competitività altissima anche nella categoria più piccola, la MINI, dove alla fine ha prevalso fra tanti avversari di rilievo l’olandese René Lammers (Baby Race/Parolin-Iame) autore di un secondo posto nel Round 2 ma soprattutto della vittoria colta al termine di una bella volata nel Round 3. Proprio il successo ottenuto nell’ultima decisiva finale ha permesso al giovane Lammers (figlio dell’ex pilota F1) di agguantare il titolo ai danni del giapponese Kean Nakamura Berta (Team Driver/KR-Iame) che si era rivelato fra i maggiori candidati al successo finale. Nel Round 2 era stato proprio Nakamura a ottenere la vittoria davanti a Lammers e all’americano Kai Sorensen (Parolin Racing Team/Parolin-TM Racing), nel Round 3 Lammers ha vinto la gara finale sui due portacolori del Team Driver, lo sloveno Mark Kastelic e l’italiano Antonio Apicella, con l’altro alfiere del Team Driver, Nakamura, quarto e in campionato scavalcato appunto da Lammers.
Classifica finale di campionato: 1. Lammers punti 295; 2. Nakamura 278; 3. Przyrowsky 216; 4. Kastelic 182; 5. Sorensen 173; 6. Costoya 153; 7. Apicella 145; 8. Saeter 123; 9. Egozi 93; 10. Cardenas 66.

Prossimo appuntamento il 23-29 novembre 2020 ad Adria per i due rounds della WSK Open Cup.

Risultati e classifiche, nel sito www.wskarting.it

WSK Promotion
Ufficio Stampa
press@wsk.it
Foto Sportinphoto

 


F4Championship.com TKart Vega Bridgestone Le Cont Panta OMPMonzainforma.it Kartcom.com Unipro Lap Timer SportInPhoto
ALL NEWS